lunedì 17 Giugno 2024

Salute Benessere Qualità della vita

HomeFitoterapiaCardo Mariano: la sua azione benefica sul fegato
Varier banner

Cardo Mariano: la sua azione benefica sul fegato

Andiamo a conoscere più da vicino il Cardo Mariano, pianta dalle potenti proprietà benefiche per il nostro fegato.

- Advertisement -

Cardo Mariano: la sua azione benefica sul fegato. Il Cardo Mariano è un cardo dei campi che cresce spontaneo nei luoghi aridi e incolti. È un grande cardo che raggiunge anche i 2 metri di altezza e presenta ampie foglie macchiate di bianco e lunghe spine che lo difendono dagli attacchi esterni. I fiori sono di un bellissimo color porpora, circondati da squame spinose.

Il nome

Il suo nome è una dedica alla Madonna e fa parte delle piante che, nella narrazione, avrebbero protetto Maria e il Bambin Gesù durante la fuga nel deserto. Le grandi macchie bianche che vediamo sulle foglie sarebbero il segno del latte versato dalla Vergine. Quindi pianta di protezione, riparo e difesa.

Cardo Mariano: la sua potente azione benefica sul fegato

L’organo principale su cui agisce è il fegato che, infatti, protegge dalle sostanze tossiche e che aiuta a rigenerare. Anche nell’antichità era indicato nella cura di “sangue e fegato” e per “rimuovere le ostruzioni del fegato”. Oggi sappiamo che il Cardo mariano è un potente antiossidante che permette di riparare il tessuto epatico danneggiato preservandone l’integrità e la funzione. Può essere impiegato nei casi in cui il fegato si presenta affaticato, con tendenza al suo ingrossamento con lentezza digestiva e stanchezza mattutina.

Primavera Arcangea Pianeta Azzurro

Il fegato è l’organo che sin dal risveglio sostiene la nostra capacità di movimento ed azione nella giornata. È un grande filtro che metabolizza le sostanze che assumiamo ed elimina le tossine e ciò che deve essere eliminato. Se il fegato è sofferente, perché troppo spesso intossicato, la nostra energia e la nostra reattività saranno indebolite. Il fegato interviene anche nella regolazione del glucosio necessario al nostro organismo essendo in grado di accumulare zucchero di riserva e di liberarlo secondo le diverse necessità del corpo. Per questo oltre a essere il grande organo di depurazione e digestione, che conosciamo, è anche organo energetico, che permette un giusto apporto di zucchero ai muscoli, la giusta energia di attivazione e reazione e, infine, un sostegno per la circolazione venosa, sia capillare che dei grandi vasi.

Cardo mariano
Il Cardo Mariano – Foto Gruppo di Studio Arcangea – Pianeta Azzurro<

Della nostra alimentazione il fegato metabolizza i grassi ed è pertanto molto importante non esagerare nella loro assunzione per non affaticare e mettere in difficoltà questo organo così importante. Se superiamo la sua capacità “digestiva”, si imbibirà di grassi e andrà incontro a steatosi che rappresenta l’inizio di difficoltà e alterazioni del suo tessuto.

È anche coinvolto nella produzione di colesterolo per cui quando i suoi valori si innalzano, e dobbiamo ridurli, l’intervento corretto sarà quello di correggere l’alimentazione, aumentare il movimento fisico, controllare il peso e assumere piante come il Cardo mariano e il Carciofo che ci permetteranno di recuperare l’equilibrio perduto.

Cardo Mariano: gli utilizzi

Del Cardo mariano si utilizzano i piccoli frutti, erroneamente ritenuti dei semi, che svolgono le azioni descritte sia a livello epatico attraverso drenaggio, pulizia e rigenerazione delle sue cellule; sia le foglie che hanno una azione di incremento della produzione di latte nelle neo mamme. Dato che il fegato è un organo in grado di rigenerarsi se viene danneggiato, e dato che il Cardo mariano è la pianta in grado di stimolare la formazione di nuove cellule epatiche, possiamo pensarlo come la pianta ideale nel passaggio di stagione primaverile, quando ci sentiamo stanchi, affaticati e abbiamo bisogno di nuove energie per affrontare la stagione del risveglio delle forze di tutta la Natura.

 

DISCLAIMER

Le informazioni esposte in SaluteToday hanno uno scopo esclusivamente informativo, possono essere modificate oppure rimosse in qualsiasi momento, e in nessun caso possono costituire e/o sostituire la formulazione di diagnosi e/o la prescrizione di trattamento medico. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo andare a sostituire il rapporto diretto tra il medico e il paziente o la visita medica, anche specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o quello dei medici specialisti in merito a qualsiasi indicazione riportata nel sito stesso. Per l’uso di medicinali o di qualsiasi prodotto o servizio indicati nel sito è assolutamente necessario e assolutamente indispensabile consultare il proprio medico curante. In nessun caso il sito, il Direttore, l’Editore che lo gestisce, gli autori degli articoli e/o dei contenuti, né altre soggetti in qualsiasi modo connessi al sito, saranno responsabili di qualsiasi eventuale danno anche solo ipoteticamente collegabile all’uso dei contenuti e/o di informazioni presenti sul sito. Il sito non si assume alcuna responsabilità in merito al cattivo uso che gli utenti o i visitatori del sito potrebbero fare delle indicazioni, dei prodotti, dei servizi riportati nel sito stesso. Non è in alcun modo possibile garantire l’assenza di errori e l’assoluta correttezza delle informazioni divulgate né che le informazioni o i dati risultino aggiornati. In qualità di affiliato Amazon, SaluteToday può ricevere un modico compenso da Amazon, per gli eventuali acquisti idonei generati dai link presenti in questo articolo.

- Advertisment -

ALTRE NOTIZIE