sabato 23 Settembre 2023

Salute Benessere Qualità della vita

HomeCovid-19Covid-19: contagi 2021 vs contagi 2020. Cosa sta succedendo?
Varier banner

Covid-19: contagi 2021 vs contagi 2020. Cosa sta succedendo?

La disamina settimanale di SaluteToday

- Advertisement -

Covid-19: come vanno le cose rispetto all’anno scorso? La disamina settimanale di SaluteToday. Mettere a confronto i dati dello scorso anno con quelli di quest’anno ci aiuta ad avere un quadro piuttosto esaustivo di come la pandemia da Covid-19 continua, nel nostro Paese, a muovere i suoi passi. Sin qui abbiamo preso in esame il trimestre settembre-novembre, arco di tempo nel quale lo scorso anno abbiamo registrato la forte impennata dei contagi e, di conseguenza, dei ricoveri e dei decessi; impennata che, lo scorso anno appunto, si è evidenziata a partire dalla metà di ottobre. Da questa settimana, giunti ormai oltre la metà di novembre, sposteremo di un mese il nostro periodo di osservazione, e prenderemo dunque in esame il trimestre ottobre-dicembre, così da avere sott’occhio l’intero periodo in cui, nel 2020, abbiamo visto la curva prima impennarsi violentemente e poi tornare sui suoi passi. Partiamo dunque dall’esame dei dati relativi ai contagi giornalieri di ottobre-dicembre 2020. Cosa è successo lo scorso anno? Andiamolo a vedere nei dettagli utilizzando, come sempre, per il numero dei contagi giornalieri, la media mobile semplice a 7 giorni (SMA7).

Covid-19: la curva dei contagi nel periodo ottobre-dicembre 2020

La sera del 1° ottobre 2020 la media mobile semplice a 7 giorni dei contagi giornalieri era di 1.870. Di lì a 15 giorni il dato avrebbe preso a impennarsi con violenza: 6.173 la sera del 15 ottobre, 24.992 il 31 ottobre sino a raggiungere il massimo di 35.075 la sera di lunedì 16 novembre 2020. Da quel momento la curva dei contagi giornalieri avrebbe iniziato a scendere. Ecco, nel grafico SaluteToday, l’andamento della curva stessa:

Covid 19, 2020 vs 2021 i contagi nel periodo ottobre-novembre 2020
Grafico @SaluteToday – Clicca per ingrandire.

Si noti la violenta impennata dei contagi giornalieri registrata da metà ottobre a metà novembre, quattro settimane che, lo ricordiamo bene, avrebbero avuto un tragico impatto sull’intero sistema sanitario e, purtroppo, sulla triste conta dei decessi.

Cosa sta succedendo quest’anno nello stesso periodo? Come si è mosso il contagio dal 1° ottobre 2021 a oggi? Andiamolo a vedere più da vicino.

Covid-19: contagi 2021 vs contagi 2020. Cosa sta succedendo?

La sera del 1° ottobre 2021 la media mobile semplice a 7 giorni dei contagi giornalieri era di 3.115, un dato quasi doppio rispetto a quello del 1° ottobre 2020. Nei 15 giorni successivi, la media dei contagi giornalieri sarebbe rimasta di fatto costante, con anzi una leggera flessione, per poi, ancora una volta attorno alla metà di ottobre, tornare a crescere: 2.458 il 15 ottobre (-60% sul dato dello scorso anno), 4.399 la sera del 31 ottobre (-82% sul dato 2020), 7.704 il 15 novembre (-78% sul dato dell’anno precedente), 8.616 oggi 19 novembre 2021. Ecco, nel grafico SaluteToday, l’andamento della curva dei contagi (SMA7) dal 1° ottobre 2021 a oggi, messo a confronto con la curva del pari periodo dello scorso anno:

Covid 19 2020 vs 2021 curva dei contagi
Grafico@SaluteToday- Clicca per ingrandire

Si noti, dal grafico, come i due andamenti -quello dello scorso anno e quello di quest’anno- siano, nei numeri, molto diversi tra loro. Si noti tuttavia come a partire da inizio novembre 2021 il dato medio dei contagi giornalieri sia tornato, seppur con molta meno violenza dello scorso anno, a crescere con continuità. Appuntamento a venerdì prossimo quando, con ogni probabilità, avremo in mano dati ancor più significativi che ci consentiranno di capire se, al pari dello scorso anno, la curva inizierà a flettersi o se, diversamente, continuerà la sua ascesa.

DISCLAIMER

Le informazioni esposte in SaluteToday hanno uno scopo esclusivamente informativo, possono essere modificate oppure rimosse in qualsiasi momento, e in nessun caso possono costituire e/o sostituire la formulazione di diagnosi e/o la prescrizione di trattamento medico. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo andare a sostituire il rapporto diretto tra il medico e il paziente o la visita medica, anche specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o quello dei medici specialisti in merito a qualsiasi indicazione riportata nel sito stesso. Per l’uso di medicinali o di qualsiasi prodotto o servizio indicati nel sito è assolutamente necessario e assolutamente indispensabile consultare il proprio medico curante. In nessun caso il sito, il Direttore, l’Editore che lo gestisce, gli autori degli articoli e/o dei contenuti, né altre soggetti in qualsiasi modo connessi al sito, saranno responsabili di qualsiasi eventuale danno anche solo ipoteticamente collegabile all’uso dei contenuti e/o di informazioni presenti sul sito. Il sito non si assume alcuna responsabilità in merito al cattivo uso che gli utenti o i visitatori del sito potrebbero fare delle indicazioni, dei prodotti, dei servizi riportati nel sito stesso. Non è in alcun modo possibile garantire l’assenza di errori e l’assoluta correttezza delle informazioni divulgate né che le informazioni o i dati risultino aggiornati. In qualità di affiliato Amazon, SaluteToday può ricevere un modico compenso da Amazon, per gli eventuali acquisti idonei generati dai link presenti in questo articolo.

- Advertisment -

ALTRE NOTIZIE