venerdì 12 Luglio 2024

Salute Benessere Qualità della vita

HomeCovid-19Covid, curve epidemiche a confronto: cosa accadeva lo scorso anno di questi...
Varier banner

Covid, curve epidemiche a confronto: cosa accadeva lo scorso anno di questi tempi? E cosa sta accadendo oggi?

Contagi in forte ribasso. La disamina e i grafici di Salute Today.

- Advertisement -

Covid, curve epidemiche a confronto: cosa accadeva lo scorso anno di questi tempi? E cosa sta accadendo oggi?

Come si sta evolvendo la curva dei contagi Covid a partire dal 1° settembre 2021? Quale andamento sta avendo il numero giornaliero dei nuovi positivi? E in relazione allo scorso anno, come sta andando? Cosa succedeva, quanto a contagi, lo scorso anno di questi tempi? SaluteToday ha preso in esame le due curve, quella del 2020 e quella del 2021 e le ha messe a confronto. Andiamo a vedere quali risultati sono emersi.

Contagi Covid: 2021 vs 2020. Come abbiamo proceduto nell’analisi dei dati

Il periodo preso in esame, per entrambi gli anni, è quello che va dal 1º settembre al 31 ottobre. Per tracciare la curva dei contagi di ambo i periodi abbiamo utilizzato non il dato dei contagi giornalieri, necessariamente influenzato da molti fattori, in primis l’occorrere dei fine settimana che, lo abbiamo imparato, registrano fisiologicamente una flessione dei tamponi, ma piuttosto la media mobile semplice a 7 giorni dei contagi stessi. Ciò significa che per ogni giorno siamo andati a calcolare la media semplice dei contagi registrati nei sette giorni precedenti. Il dato di oggi 15 ottobre 2021, per fare un esempio, altro non è che la media dei contagi giornalieri registrati nei 7 giorni che vanno dal 9 al 15 ottobre compresi. Quello di ieri 14 ottobre era invece la media dei contagi giornalieri registrati nel periodo 8-14 ottobre. E così via. In questo modo, lo vedremo a breve nel grafico, il dato risulta decisamente più omogeneo, costante e, come si diceva, meno soggetto alle oscillazioni quotidiane.

Contagi Covid settembre-ottobre 2020. Cosa accadde lo scorso anno

A settembre del 2020, dopo un’estate di fatto priva, o quasi, di contagi, il numero delle infezioni quotidiane prese a salire, per poi impennarsi con violenza attorno al 10 di ottobre. La sera di martedì 1° settembre 2020, la media mobile dei contagi a 7 giorni era, dati ufficiali alla mano, di 1.289. Ciò significa che nel periodo 26/8-01/09 si registrarono in media quasi 1.300 nuovi contagi il giorno. Per tutto il mese di settembre il dato avrebbe evidenziato un lento ma pressoché costante aumento: 1.406 il 15 settembre, 1.761 il 30. I primi 15 giorni di ottobre avrebbero però segnato la svolta e l’inizio della seconda, fortissima ondata. La sera di mercoledì 7 ottobre il dato avrebbe toccato quota 2.786. Il 15 ottobre sarebbe schizzato a 6.173. La curva si sarebbe impennata con violenza. Il 31 ottobre l’ago avrebbe segnato 24.992. In appena un mese la media mobile a 7 giorni dei contagi giornalieri sarebbe schizzata alle stelle: + 1.320%. Il dato avrebbe finito di impennarsi la sera del 23 novembre, con l’indicatore a quota 34.502 contagi giornalieri medi. L’Italia sarebbe tornata a dividersi in zone: rosse, arancioni, gialle, bianche. Sarebbero tornati i lockdown, le restrizioni e, soprattutto, sarebbe ripartita l’amara conta dei decessi.

Osserviamo graficamente l’andamento dei contagi nei mesi di settembre e ottobre 2020 e notiamo la forte, improvvisa impennata registrata nella seconda metà del mese:

COVID: Contagi giornalieri 2020. Media Mobile a 7 giorni mesi settembre-ottobre
grafico@salutetoday.info

Contagi Covid settembre-ottobre 2021. Cosa sta succedendo quest’anno

Nel periodo settembre-ottobre 2021 cosa sta succedendo? Come si muove la curva epidemica, se esaminata, ancora una volta, per mezzo della media mobile semplice a 7 giorni? Osserviamo i numeri.

Il 1º settembre 2021 registravamo una media di ben 6.303 contagi giornalieri: +489% rispetto al 1º settembre dello scorso anno. Il 15 settembre il dato si collocava a 4.664, facendo registrare una sensibile diminuzione, per poi piazzarsi, il 30 settembre a 3.171. Nell’arco di 30 giorni, dunque, la media giornaliera dei contagi si è di fatto dimezzata. E a ottobre? Cosa è successo durante questi primi 15 giorni di ottobre? Abbiamo assistito alla stessa impennata dello scorso anno? Neanche un po’. Il dato ha proseguito ininterrottamente la lenta discesa e oggi, venerdì 15 ottobre 2021, segna 2.458 contagi giornalieri medi registrati negli ultimi 7 giorni. La tendenza, rispetto allo scorso anno, si è dunque invertita. Mentre durante la prima metà del mese di ottobre 2020 i contagi prendevano una forte rincorsa per poi impennarsi con violenza, quest’anno la campagna vaccinale sembra aver saputo tenere a bada, almeno sin qui, la curva epidemica. Ecco di seguito il grafico che mette a confronto le due curve, quella del 2020 e quella di quest’anno:

Contagi Covid settembre-ottobre 2020 e 2021
grafico salutetoday.info

Il confronto è molto incoraggiante, soprattutto se si tengono in considerazione i due diversi contesti nei quali i dati sono maturati: le restrizioni dello scorso anno contro la quasi normalità cui siamo tornati quest’anno.

Contagi Covid: 2021 vs 2020. Le conclusioni

La comparazione dei dati relativi ai due periodi mostra come la campagna vaccinale stia contribuendo in maniera decisiva al forte contenimento della curva epidemica. Anche se il futuro non è certo prevedibile, l’andamento della curva 2021, in costante decrescita, induce finalmente all’ottimismo. Un dato ancor più preciso lo avremo probabilmente a fine ottobre, quando sarà trascorso un sufficiente periodo di tempo dall’ulteriore allentamento delle restrizioni ufficializzato l’11 ottobre, in ragione del quale i teatri possono già tornare a occupare il 100% dei posti disponibili, gli stadi il 75%, i palazzetti dello sport il 60%, le discoteche il 50%.

DISCLAIMER

Le informazioni esposte in SaluteToday hanno uno scopo esclusivamente informativo, possono essere modificate oppure rimosse in qualsiasi momento, e in nessun caso possono costituire e/o sostituire la formulazione di diagnosi e/o la prescrizione di trattamento medico. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo andare a sostituire il rapporto diretto tra il medico e il paziente o la visita medica, anche specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o quello dei medici specialisti in merito a qualsiasi indicazione riportata nel sito stesso. Per l’uso di medicinali o di qualsiasi prodotto o servizio indicati nel sito è assolutamente necessario e assolutamente indispensabile consultare il proprio medico curante. In nessun caso il sito, il Direttore, l’Editore che lo gestisce, gli autori degli articoli e/o dei contenuti, né altre soggetti in qualsiasi modo connessi al sito, saranno responsabili di qualsiasi eventuale danno anche solo ipoteticamente collegabile all’uso dei contenuti e/o di informazioni presenti sul sito. Il sito non si assume alcuna responsabilità in merito al cattivo uso che gli utenti o i visitatori del sito potrebbero fare delle indicazioni, dei prodotti, dei servizi riportati nel sito stesso. Non è in alcun modo possibile garantire l’assenza di errori e l’assoluta correttezza delle informazioni divulgate né che le informazioni o i dati risultino aggiornati. In qualità di affiliato Amazon, SaluteToday può ricevere un modico compenso da Amazon, per gli eventuali acquisti idonei generati dai link presenti in questo articolo.

- Advertisment -

ALTRE NOTIZIE