giovedì 23 Maggio 2024

Salute Benessere Qualità della vita

HomeIn EvidenzaHIV, Unicef: "Nel 2020 310mila bambini contagiati da HIV"
Varier banner

HIV, Unicef: “Nel 2020 310mila bambini contagiati da HIV”

- Advertisement -

HIV, Unicef: “Nel 2020 310mila bambini contagiati da HIV”. Il rapporto dell’UNICEF, HIV and AIDS Global Snapshot, riporta che nell’anno 2020 310.000 bambini sono stati contagiati dal virus dell’HIV e altri 120.000 bambini sono morti per cause correlate all’AIDS. Nel rapporto si legge inoltre che 160.000 bambini di età uguale o inferiore ai 9 anni e circa 150.000 ragazzi tra i 10 e i 19 anni hanno contratto il virus. Tra gli adolescenti che hanno contratto il virus dell’HIV nel corso del 2020, circa 120.000 sono ragazze contro i circa 35.000 ragazzi. Dei 120.000 bambini e adolescenti morti nel 2020 per cause correlate all’AIDS, 86.000 avevano un’età inferiore ai 9 anni, mentre 32.000 erano nella fascia d’èta compresa tra i 10 e 19 anni.

HIV, rapporto Unicef. Le parole del Direttore Esecutivo Henrietta dell’Unicef Henrietta H. Fore

“L’epidemia di HIV entra nel suo quinto decennio nel contesto di una pandemia globale che ha sovraccaricato i sistemi sanitari e limitato l’accesso ai servizi salvavita”, dichiara Henrietta H. Fore, dal 2018 Direttore Esecutivo dell’UNICEF.  “Nel frattempo, la crescente povertà, i problemi di salute mentale e gli abusi stanno aumentando il rischio di contagio per i bambini e le donne. A meno che non intensifichiamo gli sforzi per risolvere le disuguaglianze che guidano l’epidemia di HIV, che sono ora esacerbate dal COVID-19, rischiamo di vedere più bambini contagiati dall’HIV e più bambini che perdono la loro lotta contro l’AIDS”, ha concluso Fore.

HIV, i dati Unicef sul trattamento retrovirale per i bambini

Secondo il rapporto, nonostante si siano registrati alcuni progressi nella lotta contro l’HIV e l’AIDS, negli ultimi dieci anni i bambini e gli adolescenti hanno continuato a rimanere indietro in tutte le regioni. La copertura della terapia antiretrovirale globale per i bambini è molto indietro rispetto a quella delle madri in gravidanza (85%) e degli adulti (74%). La percentuale più alta di bambini che ricevono il trattamento antiretrovirale si registra in Asia meridionale (>95%), seguita da Medio Oriente e Nord Africa (77%), Asia orientale e Pacifico (59%), Africa orientale e meridionale (57%), America Latina e Caraibi (51%) e Africa occidentale e centrale (36%).

“La ricostruzione migliore in un mondo post-pandemico deve includere risposte all’HIV che siano basate sui dati, incentrate sulle persone, resilienti, sostenibili e, soprattutto, eque”, raccomanda Fore. “Per colmare le lacune, queste iniziative devono essere fornite attraverso un sistema sanitario rafforzato e un impegno significativo di tutte le comunità colpite, specialmente le più vulnerabili”.

Nel corso del 2020, nell’Africa sub-sahariana, dove si concentra l’88% dei bambini e degli adolescenti contagiati dall’HIV, si è registrato l’89% dei nuovi contagi pediatrici da HIV. I dati del rapporto evidenziano come le ragazze adolescenti abbiano, rispetto ai ragazzi, probabilità sei volte maggiori di essere contagiate dall’HIV.

DISCLAIMER

Le informazioni esposte in SaluteToday hanno uno scopo esclusivamente informativo, possono essere modificate oppure rimosse in qualsiasi momento, e in nessun caso possono costituire e/o sostituire la formulazione di diagnosi e/o la prescrizione di trattamento medico. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo andare a sostituire il rapporto diretto tra il medico e il paziente o la visita medica, anche specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o quello dei medici specialisti in merito a qualsiasi indicazione riportata nel sito stesso. Per l’uso di medicinali o di qualsiasi prodotto o servizio indicati nel sito è assolutamente necessario e assolutamente indispensabile consultare il proprio medico curante. In nessun caso il sito, il Direttore, l’Editore che lo gestisce, gli autori degli articoli e/o dei contenuti, né altre soggetti in qualsiasi modo connessi al sito, saranno responsabili di qualsiasi eventuale danno anche solo ipoteticamente collegabile all’uso dei contenuti e/o di informazioni presenti sul sito. Il sito non si assume alcuna responsabilità in merito al cattivo uso che gli utenti o i visitatori del sito potrebbero fare delle indicazioni, dei prodotti, dei servizi riportati nel sito stesso. Non è in alcun modo possibile garantire l’assenza di errori e l’assoluta correttezza delle informazioni divulgate né che le informazioni o i dati risultino aggiornati. In qualità di affiliato Amazon, SaluteToday può ricevere un modico compenso da Amazon, per gli eventuali acquisti idonei generati dai link presenti in questo articolo.

- Advertisment -

ALTRE NOTIZIE