giovedì 23 Maggio 2024

Salute Benessere Qualità della vita

HomeCovid-19Le mascherine trasparenti possono migliorare l'interazione medico-paziente
Varier banner

Le mascherine trasparenti possono migliorare l’interazione medico-paziente

Lo rivela uno studio condotto negli Stati Uniti.

- Advertisement -

Le mascherine trasparenti possono migliorare l’interazione medico-paziente. Sembra che le mascherine trasparenti possano rivestire un ruolo significativo nel migliorare la comunicazione tra medici e pazienti, soprattutto nel caso di persone con deficit di udito. A rivelarlo è un lavoro svolto presso il MIT Massachusetts Institute of Technology di Boston e pubblicato sulla rivista Jama Network Open. Un team di esperti guidato dai ricercatori del Brigham and Women’s Hospital e del Massachusetts Institute of Technology ha messo a punto una mascherina trasparente di nuova concezione, denominata Teal Bio Reusable Respirator R, per poi valutare l’atteggiamento nei confronti della stessa da parte della popolazione generale e degli operatori sanitari. Nel corso del loro studio, i ricercatori hanno intervistato 1.000 adulti statunitensi rappresentativi della popolazione nazionale utilizzando il provider di sondaggi online e opt-in, YouGov. Il 45% degli intervistati ha riferito di sentirsi a proprio agio nell’interagire con un operatore sanitario che indossi una mascherina trasparente. Per convalidare i risultati di questo studio saranno ovviamente necessari studi con campioni di dimensioni maggiori.

“Le mascherine trasparenti hanno il potenziale di migliorare la comunicazione e superare barriere nell’interazione specie in un setting ospedaliero o con persone con difficoltà di udito, che sono il 72% degli anziani”, spiega Giovanni Traverso della Divisione di Gastroenterologia del Brigham and Women’s Hospital e del Dipartimento di Ingegneria Meccanica del MIT. “È un messaggio semplice, ma è importante. Le interazioni con i pazienti sono fondamentali e ci sono misure che possiamo adottare per migliorarle”.

Le mascherine trasparenti possono migliore l’interazione medico-paziente: lo studio

Nel loro studio, gli esperti hanno dapprima testato la capacità di comprendere le emozioni sul volto di una persona che indossa una mascherina standard e poi quelle di una che indossi la mascherina trasparente. Lo studio ha evidenziato che solo il 20-25% delle persone riesce a riconoscere l’emozione sul volto di un individuo nascosto da una mascherina standard. La quota si innalza sino al 78-88% delle persone quando il proprio interlocutore indossa la mascherina trasparente. Gli esperti hanno poi svolto una serie di sondaggi su operatori sanitari e su persone con deficit di udito e infine su campioni di  popolazione più ampi, per valutare gradimento e funzionalità delle mascherine trasparenti. Queste sono risultate ‘promosse’ in tutti i sondaggi, risultato che sprona il team di Traverso a procedere con lo sviluppo delle loro mascherine trasparenti, “in modo da renderle presto disponibili prima per gli operatori sanitari, poi per la popolazione generale”, ha concluso Traverso.

DISCLAIMER

Le informazioni esposte in SaluteToday hanno uno scopo esclusivamente informativo, possono essere modificate oppure rimosse in qualsiasi momento, e in nessun caso possono costituire e/o sostituire la formulazione di diagnosi e/o la prescrizione di trattamento medico. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo andare a sostituire il rapporto diretto tra il medico e il paziente o la visita medica, anche specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o quello dei medici specialisti in merito a qualsiasi indicazione riportata nel sito stesso. Per l’uso di medicinali o di qualsiasi prodotto o servizio indicati nel sito è assolutamente necessario e assolutamente indispensabile consultare il proprio medico curante. In nessun caso il sito, il Direttore, l’Editore che lo gestisce, gli autori degli articoli e/o dei contenuti, né altre soggetti in qualsiasi modo connessi al sito, saranno responsabili di qualsiasi eventuale danno anche solo ipoteticamente collegabile all’uso dei contenuti e/o di informazioni presenti sul sito. Il sito non si assume alcuna responsabilità in merito al cattivo uso che gli utenti o i visitatori del sito potrebbero fare delle indicazioni, dei prodotti, dei servizi riportati nel sito stesso. Non è in alcun modo possibile garantire l’assenza di errori e l’assoluta correttezza delle informazioni divulgate né che le informazioni o i dati risultino aggiornati. In qualità di affiliato Amazon, SaluteToday può ricevere un modico compenso da Amazon, per gli eventuali acquisti idonei generati dai link presenti in questo articolo.

- Advertisment -

ALTRE NOTIZIE