giovedì 23 Maggio 2024

Salute Benessere Qualità della vita

HomeOncologiaLeucemia linfatica cronica: 3400 casi all'anno in Italia
Varier banner

Leucemia linfatica cronica: 3400 casi all’anno in Italia

Prende il via la campagna nazionale

FonteAnsa
- Advertisement -

Ogni anno in Italia si registrano circa 3.400 nuovi casi di leucemia linfatica cronica, tumore del sangue che colpisce i linfociti B. La leucemia linfatica cronica che colpisce il 30% dei pazienti affetti di leucemia. Nel 50% dei casi è senza sintomi e può consentire lo svolgersi di una vita normale.

Leucemia linfatica cronica: prende il via la campagna nazionale

Prende il via oggi la campagna nazionale “La leucemia linfatica cronica nella mia vita, un futuro da vivere” con il sostegno di AstraZeneca e il patrocinio di AIL Associazione Italiana contro Leucemie, Linfomi e Mieloma. Il progetto prevede una sezione dedicata all’interno del sito ail.it con diversi contenuti: un video, un podcast in 3 puntate con le voci dei pazienti e dei loro caregiver, videointerviste con clinici e anche un instant book.

“La leucemia linfatica cronica”, dichiara Francesca Mauro, professore associato dell’Istituto di Ematologia dell’Università Sapienza “ha un andamento clinico molto eterogeneo: la maggioranza dei pazienti non presenta sintomi, arriva alla diagnosi in seguito a controlli eseguiti per altri motivi e rimane stabile per anni senza necessità di terapia”.

Antonio Cuneo, direttore dell’Unità Operativa di Ematologia dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Ferrara, spiega che “i segni, di solito, sono rappresentati da ingrossamento dei linfonodi, anemia e piastrinopenia con febbre, sensazione di affaticamento e perdita di peso e, quando sono presenti, indicano l’opportunità di iniziare la terapia. La tradizionale immuno-chemioterapia è ancora efficace ma solo in alcuni casi”, prosegue Cuneo. “La revisione delle linee guida europee però ha ridotto i pazienti candidabili a questo approccio, per cui le terapie mirate sono destinate a diventare sempre più lo standard di cura, garantendo un’efficacia e una tollerabilità molto elevate, fondamentali per questi pazienti cronici”.

Sergio Amadori, presidente nazionale Ail, spiega che “la leucemia linfatica cronica è tipica dell’età più avanzata. Il 40% delle diagnosi riguarda le persone di età superiore ai 75 anni e solo il 15% interessa i 50enni. Nella gran parte dei casi la malattia progredisce lentamente e, nei pazienti più anziani, può essere difficile riscontrare una differenza dell’aspettativa di vita rispetto alla popolazione generale”.

DISCLAIMER

Le informazioni esposte in SaluteToday hanno uno scopo esclusivamente informativo, possono essere modificate oppure rimosse in qualsiasi momento, e in nessun caso possono costituire e/o sostituire la formulazione di diagnosi e/o la prescrizione di trattamento medico. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo andare a sostituire il rapporto diretto tra il medico e il paziente o la visita medica, anche specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o quello dei medici specialisti in merito a qualsiasi indicazione riportata nel sito stesso. Per l’uso di medicinali o di qualsiasi prodotto o servizio indicati nel sito è assolutamente necessario e assolutamente indispensabile consultare il proprio medico curante. In nessun caso il sito, il Direttore, l’Editore che lo gestisce, gli autori degli articoli e/o dei contenuti, né altre soggetti in qualsiasi modo connessi al sito, saranno responsabili di qualsiasi eventuale danno anche solo ipoteticamente collegabile all’uso dei contenuti e/o di informazioni presenti sul sito. Il sito non si assume alcuna responsabilità in merito al cattivo uso che gli utenti o i visitatori del sito potrebbero fare delle indicazioni, dei prodotti, dei servizi riportati nel sito stesso. Non è in alcun modo possibile garantire l’assenza di errori e l’assoluta correttezza delle informazioni divulgate né che le informazioni o i dati risultino aggiornati. In qualità di affiliato Amazon, SaluteToday può ricevere un modico compenso da Amazon, per gli eventuali acquisti idonei generati dai link presenti in questo articolo.

- Advertisment -

ALTRE NOTIZIE