lunedì 17 Giugno 2024

Salute Benessere Qualità della vita

HomeNewsOsteopatia, Progetto Cronos 2023: valutazioni gratuite in tutta Italia dal 17 al...
Varier banner

Osteopatia, Progetto Cronos 2023: valutazioni gratuite in tutta Italia dal 17 al 23 aprile per chi soffre di lombalgia cronica

L'iniziativa del ROI-Registro degli Osteopati d'Italia

- Advertisement -

Osteopatia, Progetto Cronos 2023: valutazioni gratuite in tutta Italia dal 17 al 23 aprile per chi soffre di lombalgia cronica. Dal 17 al 23 aprile, in occasione della Settimana Internazionale dell’Osteopatia, oltre 400 osteopati del ROI-Registro degli Osteopati d’Italia aderenti al progetto CronOs, Cronicità e Osteopatia offriranno in tutta Italia una prima valutazione gratuita a tutti i pazienti che soffrono di lombalgia cronica. Giunto alla terza edizione, CronOs ha l’obiettivo di informare i cittadini sul supporto che l’osteopatia può offrire ai pazienti che presentano una o più patologie croniche e di dare impulso alla ricerca scientifica in questo specifico campo della salute.

È possibile prenotare il proprio appuntamento sul sito cronos.roi.it. I pazienti potranno individuare l’osteopata aderente all’iniziativa più vicino a loro attraverso la mappa interattiva disponibile sul sito. Una volta effettuata la scelta, i pazienti riceveranno tramite SMS il contatto telefonico del professionista selezionato per concordare l’appuntamento.

L’edizione 2023 si focalizza sulla lombalgia, che oggi è riconosciuta come la prima causa di invalidità in Italia e nel mondo nonché la prima causa di consulto osteopatico, come dimostrato anche dai dati raccolti nelle precedenti edizioni di CronOs. Sono numerose le evidenze scientifiche che dimostrano l’efficacia dell’osteopatia nel ridurre l’intensità del dolore e migliorare la qualità di vita dei pazienti e il trattamento manuale è stato inserito nelle linee guida internazionali come terapia per la lombalgia, insieme alla correzione dello stile di vita.

Sono oltre 24 milioni gli italiani che attualmente convivono con malattie croniche e l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha stimato che oltre l’80% della spesa pubblica per la salute è indirizzato alle cure e alla gestione del paziente cronico. La ricerca condotta dall’istituto Quorum/Youtrend* nel 2022 evidenzia che quasi 2 intervistati su 3 tra coloro che vanno dall’osteopata o accompagnano i figli dichiarano di averlo fatto per problemi cronici (33%) o acuti (32%). Secondo lo studio epidemiologico condotto da Lattanzio Monitoring & Evaluation nel 2019, la prima esigenza clinica riferite dai pazienti che si rivolgono all’osteopatia è una migliore convivenza con la cronicità (77% del campione).

“L’osteopatia ha un ruolo importante nella gestione dei pazienti con cronicità e gli osteopati sempre di più lavorano in sinergia con medici e professionisti sanitari, ha dichiarato Paola Sciomachen, Presidente del ROI. Il Decreto ‘Milleproroghe’ ha fissato al 30 giugno la data ultima per concludere l’attuazione della legge istitutiva dell’osteopatia. Una data entro la quale il MUR, di concerto con il Ministero della Salute, dovrà delineare il percorso formativo triennale per la futura laurea in osteopatia, tassello mancante per affrontare il tema conclusivo delle equipollenze. Alla vigilia di un momento per noi così importante abbiamo l’obiettivo, grazie anche al progetto CronOs, di sottolineare il nostro ruolo nel campo della Sanità italiana, consolidare la diffusione della cultura osteopatica e rafforzare il rapporto di fiducia con i cittadini e le istituzioni”.

Per portare l’attenzione sulla scadenza del 30 giugno, i 5000 osteopati del RO hanno lanciato la campagna #countdownosteopatia. La maratona sui social media che scandisce gli ultimi 100 giorni verso l’istituzione della professione stabilita per fine giugno. Il conto alla rovescia è aggiornato costantemente sulla pagina web ufficiale www.registro-osteopati-italia.com e sui profili Twitter, Instagram e Facebook dell’associazione. L’hashtag della campagna è #countdownosteopatia.

Registro degli Osteopati d’Italia (ROI)

Il Registro degli Osteopati d’Italia (ROI) è l’Associazione di professionisti osteopati più rappresentativa e più antica del settore a livello nazionale. Nasce nel 1989 con l’obiettivo di stimolare la diffusione e la valorizzazione dell’osteopatia in Italia. Il ROI promuove la ricerca in campo osteopatico, l’aggiornamento e la formazione professionale dei suoi iscritti, a garanzia della qualità e della sicurezza delle prestazioni offerte. È un’associazione privata senza fini di lucro che svolge attività di autoregolamentazione, autodisciplina, rappresentanza e coordinamento degli associati.

DISCLAIMER

Le informazioni esposte in SaluteToday hanno uno scopo esclusivamente informativo, possono essere modificate oppure rimosse in qualsiasi momento, e in nessun caso possono costituire e/o sostituire la formulazione di diagnosi e/o la prescrizione di trattamento medico. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo andare a sostituire il rapporto diretto tra il medico e il paziente o la visita medica, anche specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o quello dei medici specialisti in merito a qualsiasi indicazione riportata nel sito stesso. Per l’uso di medicinali o di qualsiasi prodotto o servizio indicati nel sito è assolutamente necessario e assolutamente indispensabile consultare il proprio medico curante. In nessun caso il sito, il Direttore, l’Editore che lo gestisce, gli autori degli articoli e/o dei contenuti, né altre soggetti in qualsiasi modo connessi al sito, saranno responsabili di qualsiasi eventuale danno anche solo ipoteticamente collegabile all’uso dei contenuti e/o di informazioni presenti sul sito. Il sito non si assume alcuna responsabilità in merito al cattivo uso che gli utenti o i visitatori del sito potrebbero fare delle indicazioni, dei prodotti, dei servizi riportati nel sito stesso. Non è in alcun modo possibile garantire l’assenza di errori e l’assoluta correttezza delle informazioni divulgate né che le informazioni o i dati risultino aggiornati. In qualità di affiliato Amazon, SaluteToday può ricevere un modico compenso da Amazon, per gli eventuali acquisti idonei generati dai link presenti in questo articolo.

- Advertisment -

ALTRE NOTIZIE