giovedì 23 Maggio 2024

Salute Benessere Qualità della vita

HomeOsteopatiaSindrome di Osgood-Schlatter e osteopatia: cosa può fare l'osteopata per il ginocchio...
Varier banner

Sindrome di Osgood-Schlatter e osteopatia: cosa può fare l’osteopata per il ginocchio doloroso nell’adolescente?

- Advertisement -

Sindrome di Osgood-Schlatter e osteopatia: cosa può fare l’osteopata per il ginocchio doloroso nell’adolescente? Perché il ginocchio duole nell’adolescente? Durante l’adolescenza, di solito tra i 10 e i 18 anni, i ragazzi e le ragazze compiono un rapido processo di crescita, il cosiddetto scatto di crescita. Questo sottopone il loro corpo a modificazioni dal punto di vista dell’altezza, del peso e delle tensioni muscolo fasciali. La rapidità con cui queste modificazioni avvengono e la sollecitazione delle strutture anatomiche può portare a sindromi dolorose. Questo avviene perché vi è uno sviluppo asincrono dell’osso rispetto ai tessuti molli. È proprio questo il caso della Sindrome di Osgood-Schlatter, (OSD) una situazione molto comune.

Sindrome di Osgood-Schlatter: cos’è?

La sindrome di Osgood-Schlatter è una condizione dolorosa che colpisce il ginocchio dell’adolescente, in particolare colpisce l’apofisi tibiale e il tendine rotuleo, la struttura che collega la rotula alla tibia. È comune negli adolescenti durante la fase di crescita e frequente in tutte quelle attività che richiedono movimenti ripetitivi come saltare, correre o negli sport come il calcio, il basket o la pallavolo. Si stima che colpisca il 10% dei ragazzi in crescita e il 22% degli adolescenti sportivi.

Sindrome di Osgood-Schlatter: le cause

Durante la crescita le nostre ossa presentano gruppi di cellule che si aggregano per sostituire la matrice cellulare con tessuto osseo. Questi gruppi sono detti centri di ossificazione. L’apofisi tibiale è un centro di ossificazione della tibia, e proprio su di essa si inserisce il tendine del quadricipite o tendine rotuleo.

Qualità del sonno: l’osteopatia può migliorarla? I dati di uno studio

Questo centro di ossificazione a 10 anni è interamente cartilagineo e quindi malleabile se sottoposto a forze o trazioni importanti, solo intorno ai 18 anni con la fine della crescita questo centro si fonde al resto della tibia diventano tessuto osseo propriamente detto, progettato per grantire resistenza e protezione. È proprio durante questo lasso di tempo che, soprattutto nei ragazzi sportivi, il quadricipite è sottoposto a tensioni tali da creare alterazioni dolorose localizzate all’apofisi tibiale. Questa situazione dolorosa evolve poi in dolore cronico al ginocchio, frequentemente accompagnata da gonfiore o deformità, e conseguenti sintomi a lungo termine con compromissione funzionale.

Sindrome di Osgood-Schlatte: cosa può fare l’osteopatia?

L’osteopatia offre un approccio integrato per trattare il ginocchio doloroso nell’adolescente. L’osteopata infatti attraverso un’attenta valutazione manuale andrà ad agire su tutte quelle aree che, se in disfunzione, alterano le caratteristiche del tessuto e le forze di tensione sul ginocchio. Attraverso tecniche manuali specifiche, l’osteopata lavorerà per ripristinare la mobilità della fascia, la densità tissutale e ridurre l’infiammazione a livello del ginocchio. Inoltre, il professionista può fornire esercizi per migliorare l’accorciamento muscolare, al fine di migliorare notevolmente la sintomatologia garantendo continuità all’attività sportiva e promuovendo un miglioramento della qualità della vita di questi ragazzi.

Il Ruolo del trattamento osteopatico negli adolescenti con OSD: Lo studio del CIO (Collegio Italiano Osteopatia).

Data l’esigua presenza di letteratura, il mio progetto di ricerca svolto al CIO di Parma si poneva l’obiettivo di indagare gli effetti del trattamento osteopatico negli adolescenti con sindrome di Osgood-Schlatter. In particolare se questo potesse risultare utile nella gestione del dolore cronico e per migliorare la qualità della vita.
La ricerca si è basata sul trattamento di pazienti di età compresa tra gli 8 e i 14 anni con diagnosi di OSD. Ciascuno ha ricevuto 5 sedute osteopatiche: le prime 4 con cadenza settimanale, l’ultima a distanza di 14 giorni. Durante i trattamenti sono state valutate e poi trattate le disfunzioni presenti, con particolare attenzione all’equilibrio del bacino, della zona lombare e dell’appoggio plantare. Tutti i pazienti sono stati sottoposti prima [T0] e dopo [T1] il trattamento osteopatico a un questionario di autovalutazione, validato per il dolore al ginocchio nel bambino. L’esito primario dello studio è stato misurare le differenze a T0 e T1.

I risultati dello studio

I risultati di questa ricerca sono incoraggianti. In tutti gli adolescenti si è osservato un miglioramento del quadro sintomatico, che si riflette di conseguenza in un miglioramento della qualità della vita. Nonostante i limiti del suddetto studio, il trattamento manipolativo osteopatico nella sindrome del ginocchio doloroso è confermato come un approccio valido, efficace e complementare alle terapie convenzionali attuali.

Lorenzo Bonacini, DO

Lorenzo Bonacini DO, osteopata

Osteopata diplomato presso il CIO Collegio Italiano di Osteopatia, Lorenzo Bonacini esercita la professione nel suo studio di Reggio Emilia. Tutor presso il Collegio Italiano di Osteopatia, ha collaborazioni nel settore sportivo, ha seguito numerosi corsi di specializzazione.

DISCLAIMER

Le informazioni esposte in SaluteToday hanno uno scopo esclusivamente informativo, possono essere modificate oppure rimosse in qualsiasi momento, e in nessun caso possono costituire e/o sostituire la formulazione di diagnosi e/o la prescrizione di trattamento medico. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo andare a sostituire il rapporto diretto tra il medico e il paziente o la visita medica, anche specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o quello dei medici specialisti in merito a qualsiasi indicazione riportata nel sito stesso. Per l’uso di medicinali o di qualsiasi prodotto o servizio indicati nel sito è assolutamente necessario e assolutamente indispensabile consultare il proprio medico curante. In nessun caso il sito, il Direttore, l’Editore che lo gestisce, gli autori degli articoli e/o dei contenuti, né altre soggetti in qualsiasi modo connessi al sito, saranno responsabili di qualsiasi eventuale danno anche solo ipoteticamente collegabile all’uso dei contenuti e/o di informazioni presenti sul sito. Il sito non si assume alcuna responsabilità in merito al cattivo uso che gli utenti o i visitatori del sito potrebbero fare delle indicazioni, dei prodotti, dei servizi riportati nel sito stesso. Non è in alcun modo possibile garantire l’assenza di errori e l’assoluta correttezza delle informazioni divulgate né che le informazioni o i dati risultino aggiornati. In qualità di affiliato Amazon, SaluteToday può ricevere un modico compenso da Amazon, per gli eventuali acquisti idonei generati dai link presenti in questo articolo.

- Advertisment -

ALTRE NOTIZIE