martedì 23 Aprile 2024

Salute Benessere Qualità della vita

HomeNutraceuticaAssumere Vitamina D non previene fratture anziani: uno studio americano
Varier banner

Assumere Vitamina D non previene fratture anziani: uno studio americano

Uno studio americano pubblicato su The New England Journal of Medicine.

- Advertisement -

Assumere vitamina D non previene le fratture negli anziani: uno studio americano. Gli integratori di vitamina D sono ampiamente raccomandati per la salute e l’integrità delle nostre ossa, ed è dunque opportuno che la Vitamina D sia adeguatamente presente nella nostra dieta. Tuttavia un recente e ampio studio americano pubblicato su The New England Journal of Medicine sembra mettere in discussione l’efficacia dell’apporto supplementare di Vitamina D sul fronte della prevenzione delle fratture nella popolazione anziana.

Assumere vitamina D non previene le fratture negli anziani: uno studio americano. Lo studio USA.

Lo studio ha preso in esame 25.871 partecipanti: 13.085 donne e 12.786 uomini. I partecipanti sono stati suddivisi in due gruppi: a 12.927 persone è stata somministrata Vitamina D in misura di 2.000 UI al giorno, insieme a 1 grammo al giorno di acidi grassi omega-3. Ai restanti 12.944 è stato somministrato placebo. Lo studio americano intendeva stabilire se la Vitamina D, gli omega-3 o entrambi svolgano un’azione preventiva nei confronti del cancro e delle malattie cardiovascolari negli uomini di età superiore ai 50 anni e nelle donne al di sopra dei 55.

vitamina d fratture anziani

I risultati e le conclusioni

Tra i 25.871 partecipanti si sono registrate in totale 1.991 fratture in 1.551 persone. Ciò in un periodo di follow-up mediano di 5,3 anni. L’integrazione supplementare di Vitamina D, dunque, rispetto al placebo, non ha prodotto effetti significativi sul numero delle fratture totali. 769 quelle registrate nei 12.927 membri del gruppo “Vitamina D” contro le 782 fratture subite dai 12.944 membri del gruppo “placebo”. L’apporto supplementare di vitamina D3 non ha dunque comportato significative riduzioni del rischio fratture rispetto al placebo tra gli adulti di mezza età generalmente sani, e tra gli anziani. Va ricordato che i partecipanti allo studio non sono stati reclutati sulla base di carenza di vitamina D, massa ossea ridotta od osteoporosi.

DISCLAIMER

Le informazioni esposte in SaluteToday hanno uno scopo esclusivamente informativo, possono essere modificate oppure rimosse in qualsiasi momento, e in nessun caso possono costituire e/o sostituire la formulazione di diagnosi e/o la prescrizione di trattamento medico. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo andare a sostituire il rapporto diretto tra il medico e il paziente o la visita medica, anche specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o quello dei medici specialisti in merito a qualsiasi indicazione riportata nel sito stesso. Per l’uso di medicinali o di qualsiasi prodotto o servizio indicati nel sito è assolutamente necessario e assolutamente indispensabile consultare il proprio medico curante. In nessun caso il sito, il Direttore, l’Editore che lo gestisce, gli autori degli articoli e/o dei contenuti, né altre soggetti in qualsiasi modo connessi al sito, saranno responsabili di qualsiasi eventuale danno anche solo ipoteticamente collegabile all’uso dei contenuti e/o di informazioni presenti sul sito. Il sito non si assume alcuna responsabilità in merito al cattivo uso che gli utenti o i visitatori del sito potrebbero fare delle indicazioni, dei prodotti, dei servizi riportati nel sito stesso. Non è in alcun modo possibile garantire l’assenza di errori e l’assoluta correttezza delle informazioni divulgate né che le informazioni o i dati risultino aggiornati. In qualità di affiliato Amazon, SaluteToday può ricevere un modico compenso da Amazon, per gli eventuali acquisti idonei generati dai link presenti in questo articolo.

- Advertisment -

ALTRE NOTIZIE