lunedì 25 Settembre 2023

Salute Benessere Qualità della vita

HomeFitoterapiaClorofilla: il pigmento della salute
Varier banner

Clorofilla: il pigmento della salute

Conosciamo più da vicino le straordinarie proprietà della clorofilla, pigmento della salute.

- Advertisement -

Clorofilla: il pigmento della salute. Il processo tramite il quale le piante trasformano l’anidride carbonica e l’acqua in ossigeno e glucosio è chiamato fotosintesi clorofilliana. Il processo biochimico della fotosintesi clorofilliana avviene grazie a un pigmento verde, la clorofilla, che ha la capacità di assorbire la luce solare e di attivare questa reazione. Andiamo a conoscere più da vicino questo noto pigmento e approfondiamone le notevoli proprietà terapeutiche e preventive.

La clorofilla: il pigmento della salute

La clorofilla è una molecola che si trova in foglie, fusti e germogli a patto che siano di colore verde. La sua funzione principale, oltre alla fotosintesi, è quella di preservare le cellule delle piante dall’azione ossidativa dei radicali liberi, agenti tossici derivanti dai processi metabolici che, quando si accumulano nei tessuti in quantità eccessive, possono farli invecchiare e ammalare. Da tempo la scienza ha dimostrato la relazione fra la presenza di antiossidanti e la capacità di non sviluppare tumori. Un contributo molto importante, sotto questo aspetto, è dato proprio dalla clorofilla.

La clorofilla: un contributo alla prevenzione dei tumori

Uno studio italiano ne ha dimostrato la funzione antiradicalica. I ricercatori si sono domandati se, di queste proprietà, non potesse usufruire anche il nostro organismo, tramite la semplice assunzione dei vegetali che ne sono più ricchi. Molti studi hanno infatti confermato l’efficacia protettiva di questo nutraceutico. Diverse ricerche hanno confermato che un consumo regolare di clorofilla contribuirebbe a prevenire il cancro al colon e che il pigmento è utile anche in caso di anemia, in quanto rigenera e purifica il sangue e migliora la funzionalità dei globuli rossi. Di conseguenza, è raccomandato alle donne che hanno un ciclo abbondante e soffrono di sideremia bassa, ma anche prima e dopo uno sforzo fisico importante.

Quali alimenti contengono clorofilla

Gli alimenti che contengono maggiori quantità di clorofilla, oltre alle insalate, sono – tra gli altri- spinaci, cicoria, tarassaco, broccoli. Più le foglie sono verdi, più essi saranno ricchi di clorofilla. Per chi non ama molto i contorni di verdura è possibile ricorrere ai centrifugati verdi, nei quali combinare foglie, ortaggi e frutta. I succhi vanno bevuti subito, appena pronti, altrimenti la clorofilla si ossida e si deteriora.

Gli integratori di clorofilla

In situazioni di particolare stanchezza e debilitazione, esclusivamente dietro consiglio medico, si può ricorrere per brevi periodi alla clorofilla sotto forma di integratore. È consigliata l’assunzione, dietro parere preventivo del medico, la mattina, in quanto l’azione energizzante della clorofilla, se assunta la sera, potrebbe disturbare il sonno. L’assunzione di clorofilla mediante integratori potrebbe produrre una colorazione giallo-marrone della lingua e verdastra delle urine e delle feci, ma è del tutto normale. In ogni caso, la terapia va seguita a cicli di non più di due o tre settimane.

DISCLAIMER

Le informazioni esposte in SaluteToday hanno uno scopo esclusivamente informativo, possono essere modificate oppure rimosse in qualsiasi momento, e in nessun caso possono costituire e/o sostituire la formulazione di diagnosi e/o la prescrizione di trattamento medico. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo andare a sostituire il rapporto diretto tra il medico e il paziente o la visita medica, anche specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o quello dei medici specialisti in merito a qualsiasi indicazione riportata nel sito stesso. Per l’uso di medicinali o di qualsiasi prodotto o servizio indicati nel sito è assolutamente necessario e assolutamente indispensabile consultare il proprio medico curante. In nessun caso il sito, il Direttore, l’Editore che lo gestisce, gli autori degli articoli e/o dei contenuti, né altre soggetti in qualsiasi modo connessi al sito, saranno responsabili di qualsiasi eventuale danno anche solo ipoteticamente collegabile all’uso dei contenuti e/o di informazioni presenti sul sito. Il sito non si assume alcuna responsabilità in merito al cattivo uso che gli utenti o i visitatori del sito potrebbero fare delle indicazioni, dei prodotti, dei servizi riportati nel sito stesso. Non è in alcun modo possibile garantire l’assenza di errori e l’assoluta correttezza delle informazioni divulgate né che le informazioni o i dati risultino aggiornati. In qualità di affiliato Amazon, SaluteToday può ricevere un modico compenso da Amazon, per gli eventuali acquisti idonei generati dai link presenti in questo articolo.

- Advertisment -

ALTRE NOTIZIE