giovedì 23 Maggio 2024

Salute Benessere Qualità della vita

HomeSalute del BambinoDisturbi del linguaggio: in Italia ne soffrono 7 bambini su 100
Varier banner

Disturbi del linguaggio: in Italia ne soffrono 7 bambini su 100

Due giorni di formazione organizzati da FLI e ASIL

- Advertisement -

Disturbi del linguaggio: in Italia ne soffrono 7 bambini su 100. Circa 7 bambini su 100 in età prescolare, in Italia, soffrono di disturbi del linguaggio. Questi bambini riportano difficoltà ad articolare suoni e parole e nei casi più gravi presentano difficoltà nella comprensione e nell’esternazione delle proprie idee e dei propri sentimenti. La Federazione Logopedisti Italiani (FLI) e l’Associazione Scientifica Italiana Logopedia (ASIL), in occasione della Giornata internazionale della consapevolezza, hanno voluto sensibilizzare tutta la popolazione su questo argomento e a questo scopo hanno organizzato due giorni di formazione, il 14 e il 15 ottobre. In questi due giorni sono intervenuti vari esperti, che hanno esposto le ricerche più recenti relative al tema dei disturbi del linguaggio.

Tiziana Rossetto, presidente della Federazione Logopedisti Italiani (FLI), ha dichiarato: “L’invito che rivolgiamo ai logopedisti e alla comunità scientifica è di cogliere questa opportunità per acquisire nuove competenze su un tema che ancora presenta zone grigie fra gli addetti ai lavoro”.

È intervenuta anche Annagiulia De Cagno, vicepresidente FLI, sottolineando:”Molto spesso si sottovaluta l’impatto che questo disturbo può avere sul benessere sociale ed emotivo dell’adolescente e sui problemi comportamentali che possono insorgere a scuola o nel contesto di vita quotidiana. Oltre alle ripercussioni in ambito scolastico, i problemi di linguaggio possono comportare difficoltà nelle relazioni sociali, in termini di condotte devianti e nell’ambito lavorativo. È importante favorire la consapevolezza che anche gli adolescenti o le persone in età adulta possono avere difficoltà di linguaggio e comunicazione”.

DISCLAIMER

Le informazioni esposte in SaluteToday hanno uno scopo esclusivamente informativo, possono essere modificate oppure rimosse in qualsiasi momento, e in nessun caso possono costituire e/o sostituire la formulazione di diagnosi e/o la prescrizione di trattamento medico. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo andare a sostituire il rapporto diretto tra il medico e il paziente o la visita medica, anche specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o quello dei medici specialisti in merito a qualsiasi indicazione riportata nel sito stesso. Per l’uso di medicinali o di qualsiasi prodotto o servizio indicati nel sito è assolutamente necessario e assolutamente indispensabile consultare il proprio medico curante. In nessun caso il sito, il Direttore, l’Editore che lo gestisce, gli autori degli articoli e/o dei contenuti, né altre soggetti in qualsiasi modo connessi al sito, saranno responsabili di qualsiasi eventuale danno anche solo ipoteticamente collegabile all’uso dei contenuti e/o di informazioni presenti sul sito. Il sito non si assume alcuna responsabilità in merito al cattivo uso che gli utenti o i visitatori del sito potrebbero fare delle indicazioni, dei prodotti, dei servizi riportati nel sito stesso. Non è in alcun modo possibile garantire l’assenza di errori e l’assoluta correttezza delle informazioni divulgate né che le informazioni o i dati risultino aggiornati. In qualità di affiliato Amazon, SaluteToday può ricevere un modico compenso da Amazon, per gli eventuali acquisti idonei generati dai link presenti in questo articolo.

- Advertisment -

ALTRE NOTIZIE